Home > Uncategorized > Il primo nemico sei tu

Il primo nemico sei tu

Il primo nemico sei tu.

Per il tuo amore per te stesso e per quell’indulgenza sconfinata che provi per te.

Per la tua sbracata arrendevolezza di fronte alle lusinghe ed alle adulazioni.

Per la tua brama di riconoscimenti.

Per il tuo gusto della carriera, dell’eccellenza.

Per il tuo egoismo, per l’esitazione che provi a dividere il tuo pane, a “tagliarti un braccio”, a mettere in discussione il calore del focolare, a mettere in causa la sicurezza artificiale della tua stabilità apparente: quella di un morto vivente che nemmeno si è accorto di non vivere più.

Il primo nemico sei tu.

Con il timore di sconcertare, con il terrore di essere messo al margine, con la bava che ti esce dalle labbra davanti alla minima possibilità di essere cooptato, accolto, riconosciuto dal consesso delle mummie parlanti.

Con il tuo aderire a tutti i clichets del pensiero debole e della critica cortese, della politica sdrucciola e del linguaggio banale.

Tu sei la globalizzazione.

Tu sei l’assassino dell’Europa e del Terzo Mondo.

Tu sei il cedimento. E lo sei tanto più quanto più pretendi il contrario e provi a convincerti da solo; senza troppo andare a fondo nel tuo esame, per la verità.

L’opposizione reale non è mai politica o ideologica, è innanzitutto un modo di essere.

Gabriele Adinolfi

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...