Home > CasaPound Italia, Comunicati > SUI SASSI CASAPOUND ITALIA CORRE IN ‘SOCCORSO’ DI ADDUCE

SUI SASSI CASAPOUND ITALIA CORRE IN ‘SOCCORSO’ DI ADDUCE

“Il sindaco faccia una pausa o a furia di girare tra conferenze e incontri istituzionali finirà per ignorare totalmente certe delibere passate e prendere decisioni inutili”. Così CasaPound Italia ha accolto la notizia dell’incontro tra il primo cittadino di Matera e il movimento ‘Insieme per la rinascita’ nel corso del quale si è parlato di problemi relativi ai rioni Sassi.

“Apprendiamo con piacere – spiega Stefano Dubla, responsabile dell’associazione – che il sindaco si è impegnato ad attivare un ‘fondo cassa comunale per opere straordinarie di ripulitura dei Sassi’. Tuttavia restiamo stupiti quando, stando a ciò che riportano gli organi di stampa, il sindaco afferma che ‘per contratto, la pulizia della città deve avvenire per mezzo di idropulitrici’. Dando per scontato che Adduce conosca la differenza tra lavaggio e spazzamento gli veniamo incontro facendogli presente che la delibera 82/2008, ossia l’atto di indirizzo a cui si rifà il contratto stipulato tra il Comune e la società Aimeri, stabilisce che lo spazzamento delle strade deve avvenire anche mediante ‘l’istituzione del c.d. netturbino di quartiere cui sarà affidato in gestione un preciso e delimitato ambito di intervento che dovrà essere quotidianamente spazzato dai rifiuti e ripulito dalle erbe infestanti i marciapiedi e i bordi stradali’”.

“Non occorre pertanto istituire fondi cassa per opere straordinarie – conclude CasaPound Italia – ma affrontare il problema alla radice e definitivamente, ossia dare il via con la massima solerzia al ‘netturbino di quartiere’ partendo proprio dai rioni Sassi dove, per evidenti motivi, i mezzi meccanici non possono arrivare e concentrarsi su una politica di recupero e rilancio degli antichi rioni. Pertanto cogliamo l’occasione per invitare il sindaco a visionare sul nostro sito lucanianonconforme.org le proposte contenute nel ‘Progetto Sassi’ che abbiamo realizzato questa estate e ci impegnamo a fargliene pervenire una copia via mail in modo da non costringerlo a lasciare il suo ufficio e il suo lavoro”.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...